Gran parte dell'arte vietnamita potrebbe essere falsa


Uno dei tanti danni che ha portato la guerra contro gli USA al Vietnam è culturale, e strettamente artistico in questo caso. Si tratta del fatto che sul finire degli anni '60 il Governo nordvietnamita decise di mettere in salvo la maggior parte dei tesori artistici fino ad allora conservati a Hanoi, allora capitale, distribuendoli in varie località rurali.

Furono per questo realizzate moltissime copie delle opere da salvaguardare dal pericolo di bombardamento americano. Oggi, di molte di esse, a fronte anche di molti originali perduti o trafugati, non è possibile riconoscere con certezza l'originalità o meno.

La situazione è talmente estesa che anche il direttore del principale museo nazionale vietnamita, Truong Quoc Binh, ha idea della natura dei manufatti che continua a conservare con le stesse cure che userebbe, ovviamente, per degli originali confermati. Una speciale task force sarà costituita per la valutazione, di caso in caso, della genuinità delle opere, ma il rischio è che buona parte dell'arte di Hanoi abbia perso per sempre la sua identità.

  • shares
  • Mail