Speciale Banksy Vs Bristol Museum [Atto 4 - La Disseminazione; Scena 1 - Darwin]

Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie

Eccoci arrivati all'ultimo atto di questo reportage: la disseminazione.

Vi chiederete perché l'ho chiamato ed è giusto. Si tratta infatti di un espediente interessantissimo utilizzato dall'artista per completare la sua opera. Dopo il giardino, le statue, le sue stanze e lo zoo, nel resto del Bristol Museum si svolge una vera e propria azione di guerriglia, che per il pubblico si trasforma in un gioco meraviglioso alla scoperta di Banksy. Suoi interventi privi di qualsiasi indicazione sono stati "disseminati" e "dissimulati" in ogni stanza del museo, completando in modo capillare l'invasione dichiarata all'ingresso parcheggiando il suo furgoncino. E agisce esattamente come fa sulle strade: lasciando segni, cambiando codici, infiltrandosi negli interstizi.

La prima disseminazione che incontro è nell'area del museo dedicata a Darwin: sulla sua teoria dell'evoluzione compaiono nella teca vermoni di plastica, mentre più ironicamente in quella accanto che traccia gli stadi evolutivi dell'uomo ecco apparire nuove forme di vita: giocattoli alieni da un lato e, molto più incisivamente, la copertina di un giornale con la faccia di una star. Photoshop o chirurgia plastica, entità che vivono nell'habitat mediatico-virtuale, dobbiamo riconoscerlo: si tratta in ogni caso di altre e recentissime specie umane...

Prossima disseminazione: "Preistoria" e "Civiltà Egizia"

Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie
Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie
Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie
Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie

Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie
Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie
Banksy, Darwin e l'evoluzione della specie

  • shares
  • Mail