Grandi speranze per il nuovo ministro della cultura francese Frédéric Mitterrand

Mitterand

Questa estate la nomina da parte del presidente Sarkozy di Frederic Mitterrand come nuovo ministro della cultura è stata accolta molto positivamente dal mondo intellettuale francese. Frédéric non è soltanto il nipote dell'ultimo presidente socialista Francois Mitterand, ma è anche, e soprattutto, uno showman, un produttore cinematografico, uno scrittore, nonché un sostenitore dei diritti degli omosessuali. Egli, pur avendo appoggiato in passato lo zio, non è mai entrato nel partito socialista e nel 1995 ha finito con il sostenere il centro-destra di Chirac.

Come riporta The Art Newspaper, il mercante d'arte Kamel Mennour ha apprezzato la scelta di Frédéric Mitterrand, il quale può vantare una formazione artistica di tutto rispetto (il nuovo ministro è stato l'ultimo direttore dell'Accademia di Francia a Roma - Villa Medici). Mennour ha aggiunto che c'è grande curiosità, tra la gente, riguardo a quelli che saranno i primi interventi di Mitterand.

E' la prima volta dai tempi di Jack Lang, gli fa eco il mercante d'arte Georges-Philippe Vallois, che possiamo vantare un ministro della cultura da prima pagina dei quotidiani. Soltanto un dubbio: Mitterand sembra essere più sensibile al mondo dello spettacolo piuttosto che alle arti visive e Vallois teme che queste ultime non costituiranno una priorità della sua politica. C'è però la speranza che egli possa essere sensibilizzato sul punto dal fratello Jean-Gabriel, noto gallerista.

Tra i primi interventi di Mitterand da ricordare l'estensione a tutti i giovani residenti in un Paese dell'UE del diritto di entrare gratis nei musei e di visitare i monumenti nazionali francesi. In precedenza tale possibilità era riconosciuta soltanto ai giovani cittadini comunitari.

La foto è tratta da The Art Newspaper.

  • shares
  • Mail