Bill Stoneham e la leggenda metropolitana del quadro maledetto

Bill Stoneham, The Hands Resist Him

Questa è la storia di una leggenda metropolitana che ha come protagonista uno strano quadro. Molti di voi già la conosceranno, data l'ampia diffusione che la vicenda ha avuto in rete. La storia ha inizio nel febbraio del 2000, quando su eBay venne annunciata la vendita di un inquietante dipinto.

Il quadro rappresentava un ragazzino ed una bambola in piedi di fronte ad una porta a vetri, contro la quale premevano, nel buio, tante mani. Il venditore riteneva che il dipinto fosse gravato da una sorta di maledizione e, nella descrizione riportata su eBay, asseriva che i personaggi ritratti erano soliti muoversi durante la notte. Veniva allegata anche una serie di fotografie nelle quali sembrava che la bambola stesse minacciando il bambino con una pistola, spingendolo quasi ad evadere dal quadro. Il venditore declinava ogni responsabilità per i danni che l'opera avrebbe potuto causare all'acquirente.

La storia suscitò ovviamente grande curiosità. Il dipinto fu acquistato dalla Perception Gallery di Grand Rapids, nel Michigan, la quale finalmente contattò l'autore, il californiano Bill Stoneham, il quale si mostrò molto sorpreso da tutte le storie che si andavano raccontando intorno al suo quadro. Spiegò che quella che sembrava una pistola in mano alla bambola non era altro che una batteria insieme ad un groviglio di fili elettrici. Ricordò però anche una vicenda piuttosto inquietante.

Realizzato nel 1972, il quadro, il cui titolo è The Hands Resist Him, era stato esposto per la prima volta in una galleria di Los Angeles nei primi anni '70 ed era stato recensito da un critico del Los Angeles Times. Era stato acquistato poi dall'attore John Marley (noto per aver interpretato il regista Jack Woltz nel film Il Padrino). Infine, dopo la morte di Marley, avvenuta nel 1984, il dipinto era entrato in possesso di una coppia californiana, dopo essere stato ritrovato nel deposito di una vecchia fabbrica di birra.

Ecco, la cosa davvero inquietante che Stoneham raccontò ai nuovi acquirenti del quadro fu che entrambi i proprietari della galleria nella quale l'opera era stata esposta per la prima volta e il critico che l'aveva recensita erano morti entro un anno da quando erano entrati in contatto con il dipinto.

Stoneham ha realizzato anche un "sequel" del quadro, intitolato Resistance at the Threshold, nel quale sono ritratti, nella medesima posa, gli stessi personaggi del primo dipinto, ma invecchiati di quarant'anni.

Per ulteriori informazioni si rinvia alla relativa pagina di Wikipedia.

Bill Stoneham, The Hands Resist Him

Bill Stoneham, The Hands Resist Him
Bill Stoneham, The Hands Resist Him
Bill Stoneham, The Hands Resist Him
Bill Stoneham, The Hands Resist Him
Bill Stoneham, Resistance at the Threshold

  • shares
  • Mail