Al Mart di Rovereto, la collezione del Kunstmuseum Winterthur

La collezione del Kunstmuseum Winterthur

Dal 19 settembre al 10 gennaio 2010, il Mart di Rovereto ospiterà 240 "Capolavori della modernità" dalla Kunstmuseum Winterthur, uno dei musei che vanta la più ampia collezione di opere d'arte moderna. Il percorso, cronologico e tematico, attraversa l'impressionismo, il cubismo, il surrealismo e le ricerche astratte, giungendo infine ad alcune ricerche artistiche del secondo dopoguerra.

L'impressionismo, almeno quello più noto, è rappresentato da alcuni dipinti di Monet, di Sisley e di Moret e dell'"eretico" Cezanne; mentre stupiscono due quadri meno conosciuti di Van Gogh (se mai ci sarà un quadro meno conosciuto di Van Gogh...): "Soffioni", del 1889, e "Ritratto del postino Roulin" (1888). Ma la mostra è piuttosto ricca, si va dall’astrattismo lirico di Kandinsky e Klee al cubismo di Picasso, Gris e Léger fino alle più recenti tendenze minimaliste dell’arte americana, da Richard Tuttle a Robert Mangold.

Una mostra decisamente interessante, dunque; sebbene personalmente tenda a diffidare delle esposizioni "onnicomprensive" e che tendono a comprendere un periodo cronologico e artistico troppo ampio, forse questa è l'occasione giusta per avere sott'occhio una carrellata di movimenti e artisti diversi; oltre al fatto che è possibile vedere una delle collezioni di arte moderna più interessanti e meno conosciute.

La collezione del Kunstmuseum Winterthur

La collezione del Kunstmuseum Winterthur La collezione del Kunstmuseum Winterthur La collezione del Kunstmuseum Winterthur

  • shares
  • Mail