Agit Media Festival 2009


"Ci sono molte domande alle quali Google non può risponderti" con questa premessa si presenta al pubblico la nuova edizione di Agit Media, festival che propone una riflessione sui new media e il loro utilizzo anticonformista e creativo. Organizzato da Ualuba.org e promosso dal Centro A&T (Arte & Tecnologie) e la LABA Libera Accademia di Belle Arti Brescia, Agitmedia si preannuncia come un appuntamento transdisciplinare in bilico tra entertainment e ricerca.

"L'uomo e le sue domande, Google e le sue risposte. Un’ interrogazione quotidiana ad un entità suprema, miracolosa, superiore, quasi un essere evangelico. Google l'oracolo universale che ci salverà dalla morte?" Il curatore Davide Anni ha messo in piedi un programma veramente appetitoso che si svolgerà nel corso dell’autunno.

Si comincia giovedì 17 settembre con uno speech di Richard Stallman, hacktivista, creatore del sistema operativo GNU e promotore del movimento del software libero (FSF). Si prosegue il 3 ottobre durante la notte bianca alla LABA con un intervento di interaction design site specific di Nicola Saponaro (Sapolab), che prevede la realizzazione di un’opera multimediale interattiva, che funziona grazie a dei sensori di movimento dello spettatore.

A seguire in ottobre si parlerà di fenomenologia musicale, teorie e performance del turntablism (07/10), Picol: Pictorial Communication Language (22/10). Veramente fuori dalle righe il lavoro di Dvasgamerteam (28/10), una crew che lavora nell’intersezione fra la persuasione del mezzo cinematografico e la retorica dei videogames.

Interessantissimi anche gli workshop, Pure Data (sistema real-time per live musicali e performance multimediali) e Arduino (strumento Open Source per costruire computer reattivi all’ambiente). Per il programma dettagliato vi rimando al sito di Agit Media 09.

  • shares
  • Mail