Scoperto il patrimonio segreto dell'eccentrico artista Robert Lenkiewicz

Lenkiewicz

Robert Lenkiewicz è stato un eccentrico artista londinese. Stabilitosi a Plymouth nel 1964, egli ha ritratto per la tutta la sua vita il sottoproletariato della città, fino alla morte, avvenuta nel 2002, per un attacco cardiaco.

Che Lenkiewicz fosse a dir poco eccentrico lo si era capito quando si era scoperto che l'artista aveva conservato in un armadio il corpo imbalsamato di un suo amico senzatetto, per mantenere la promessa di tenerlo con sè, dopo la morte (avvenuta per cancro), come un "fermacarte umano"... La richiesta di restituire il cadavere aveva dato luogo ad un'assurda ed estenuante contesa giudiziaria con il medico legale di Plymouth.

Ebbene, quando l'artista era morto si era pensato che egli avesse lasciato pochissimi liquidi (circa 12 sterline), enormi debiti e il corpo dell'homeless imbalsamato. Benché avesse completato un numero straordinario di dipinti, Lenkiewicz si era sempre vantato di non avere un conto in banca e si era mostrato convinto che sarebbe morto in povertà. Previsione quest'ultima che non sembra essersi avverata, poiché oggi, dopo sette anni, gli esecutori della sua successione hanno scoperto che il patrimonio dell'artista, diversamente da quanto si era creduto in un primo momento, ammonta in realtà a circa 6,5 milioni di sterline.

Ricostruire il patrimonio di Lenkiewicz non è stato certo facile, non avendo egli mai pagato le tasse e non avendo registrato nessuna delle vendite dei suoi numerosi e popolarissimi quadri. Il pittore aveva provveduto a depositare i ricavi in svariati posti dislocati in tutto il Paese. Lenkiewicz ha lasciato almeno undici figli e parecchi pretendenti all'eredità.

Via | The Indipendent

  • shares
  • Mail