XXII Biennale del Muro Dipinto

Come avranno notato i lettori più attenti la penisola di questi tempi pullula di interventi di arte urbana, mirati a riqualificare aree cittadine marginali o degradate o a fornire visibilità e colore a piccoli centri periferici. Non potevamo quindi non parlarvi anche della XXII Biennale del muro dipinto che nasce addirittura nel 1960 a Dozza Imolese.

Questo borgo medievale posto sui colli tra Bologna e Imola è inserito nella lista del Touring dei Borghi più belli d’Italia ed è da tempo conosciuto a livello nazionale proprio per la sua Biennale del Muro Dipinto che ha visto la partecipazione di artisti quali Matta, Saetti, Sassu, Licata, Purificato, Brindisi, Sughi, Schweizer, Zancanaro, Frasnedi, Gagliardi, Mascellani e Zigaina.

La videointervista che trovate qui sopra è stata realizzata dai tipi di Dammiiltiro, che ringraziamo sentitamente. Potete ascoltare la voce di Fabiola Naldi, storica, critica d'arte ed esperta di street art che collabora col Mambo di Bologna. Come curatrice di questa edizione della Biennale del Muro Dipinto ha invitato Cuoghi Corsello, Luigi Presicce, Marcello Jori, Rusty, Simone Tosca. La manifestazione si è svolta dal 16 al 20 settembre e si è conclusa con una giornata di studi dal titolo "Do the right wall/Fai il muro giusto".

  • shares
  • Mail