Restituiti al pubblico i colori e i disegni della lobby dell'Empire State Building


Ci sono voluti 12 milioni e mezzo di dollari per far ritornare agli antichi splendori la decorazione pittorica della lobby dell'Empire State Building, a New York. Era dagli anni '60 che i visitatori al grattacielo-monumento non avevano che da guardare in basso, un volta entrati nell'edificio e saliti anche solo di qualche piano. Anche se si tratta di una copia, la fascinazione a foglia d'oro dell'epoca originali sembra essere stata mantenuta.

Da oggi, invece, avranno un motivo anche per guardare in alto. Gli originali, concepiti e realizzati da Leif Neandross seguengo un'ambiziosa iconografia zodiacale, si erano talmente danneggiati che era stato giudicato necessario coprirli con dei pannelli, certamente indegni dello spazio che li ospitava e delle grafiche che andavano a nascondere per quasi 40 anni.

L'elemento più affascinante della decorazione è la metafora tratta dal mondo dell'alta orologeria con cui è trattato il tema zodiacale: le costellazioni e i pianeti sono infatti disposti come gli ingranaggi di una complessa macchina del tempo.

  • shares
  • Mail