Il bunker di Robert Kusmirowski al Barbican Centre

Robert Kusmirowski, Bunker al Barbican Centre

Ieri, sfidando la tantissima pioggia, sono andata a vedere come procedono i lavori del (nel) "Bunker" di Robert Kusmirowski (1973), artista polacco che sta preparando la sua prima personale nel Regno Unito al Barbican Centre di Londra.

"Sta preparando" nel senso vero e proprio: l'artista lavora giorno per giorno nella curva del piano terra per preparare la sua installazione, ovvero la riproduzione fedele di un bunker della Seconda Guerra Mondiale in disuso. Sono entrata nel bunker, che è buio e molto affascinante: c'è un binario morto del treno, macchinari per i collegamenti radio, generatori arrugginiti, brandine, tutto perfettamente reale.

L'artista, tra le figure internazionali di spicco della "giovane" arte polacca, non è nuovo alla pratica della ricostruzione di mondi paralleli o di realtà "altre" in cui far immergere il pubblico, ama i paradossi temporali e le condizioni di straniamento. Ad esempio in Italia, per una personale a Torino, ricostruì pazientemente nella galleria ospitante un intero studio di registrazione dell'est Europa della fine degli anni Sessanta. Nella Gallery vedete le immagini del lavoro in fieri, con Kusmirowski che prepara vernici e utensili per il suo meticolosissimo lavoro. Il 15 di ottobre il bunker dovrebbe essere finito...

Robert Kusmirowski, Bunker al Barbican Centre
Robert Kusmirowski, Bunker al Barbican Centre
Robert Kusmirowski, Bunker al Barbican Centre
Robert Kusmirowski, Bunker al Barbican Centre
Robert Kusmirowski, Bunker al Barbican Centre
Robert Kusmirowski, Bunker al Barbican Centre

  • shares
  • Mail