Open Studios, visite agli studi d'artista in Toscana


In che modo lavoro ciascun artista? Che cosa c'è di interessante nel suo studio, nella sua officina, che può dirci qualcosa di più sulle sue dinamiche creative? All'interno del progetto di rilancio del contemporaneo 'Toscana Incontemporanea' è partito Open Studios, visite agli studi degli artisti di Firenze, Prato e Pistoia.

Il programma è a cura di Franziska Nori del Centro di Cultura Contemporanea Strozzina e prevede una serie di visite con cadenza trimestrale da ottobre 2009 a giugno 2010. Un modo per rendere pubblici spazi abitualmente privati e quindi neanche facilmente raggiungibili.

Oggi venerdì 16 appuntamento in ia degli Orti 10 a Pistoia nello studio di Zoè Gruni (nella foto), che utilizza la fotografia in studio come mezzo di ricerca nella sociologia della fantasia e delle tradizioni. Il 20 ottobre Vittorio Corsini in via di Castello 50 a Firenze, poi il calendario prosegue con lo studio condiviso di Lia Pantani e Giovanni Surace il 28 ottobre e Filippo Manzini sabato 31.

Le visite si svolgono esclusivamente su prenotazione per un numero massimo di 10/12 persone e seguono questo calendario. Gruppi autonomamente costituiti possono comunque prenotarsi anche al di fuori delle date programmate. Per prenotazioni Alessandra Tempesti / Martino Margheri // Tel 055 2776461 - 348 8137701 ( lun-ven ore 9,30 - 18,00 ) a.tempesti[@] palazzostrozzi.org

  • shares
  • Mail