Svelato il progetto di Norman Foster per la nuova galleria di Bowery Street a Manhattan

Bowery Street

Perchè un famoso ed esperto architetto come Norman Foster si è convinto a realizzare una galleria d’arte in uno spazio molto ristretto della Bowery Street di Manhattan?

Foster, tra le altre cose, ha riprogettato il palazzo del Reichstag a Berlino e il British Museum di Londra. Ha realizzato il nuovo aeroporto di Beijing; a Manhattan ha già disegnato il grattacielo ecologico “Hearst Building” sull’Ottava Avenue. E sempre a New York inizieranno a breve i lavori di realizzazione di altri suoi importanti progetti.

Gli architetti spesso dicono che le potenzialità di un edificio stanno proprio nei suoi limiti. E così Mr. Foster ha pensato di disegnare una “galleria d’arte verticale” in una zona povera della Grande Mela. L’edificio, al 257 di Bowery Street, poco più a sud di Houston Street e un isolato dopo il nuovo Museo d'arte contemporanea, ospiterà il nuovo spazio espositivo della galleria Sperone Westwater.

L’originalità del progetto sta nella previsione di una sala di circa sette metri per tre che si muove come un ascensore e che collega i vari piani dell’edificio, la cui facciata verrà realizzata con materiale semitrasparente. La sala si muoverà ad una velocità notevolmente inferiore (circa 50 piedi al minuto) a quella a cui vanno normalmente gli ascensori (150 piedi al minuto), in modo da consentire ai visitatori di ammirare le opere esposte.

Via | New York Times

  • shares
  • Mail