Mart: Kendell Geers, tra impegno e provocazione

Kendell Geers al Mart

Aprirà il 31 ottobre a Rovereto la mostra "Irrespektiv", una retrospettiva sul lavoro di uno tra i più significativi artisti del Sud Africa, Kendell Geers. Bianco, afrikaner, sovversivo, provocatorio, duro e diretto.

Geers lavora principalmente sui temi della segregazione razziale, elaborandoli in modo personale per espimerli attraverso opere che solitamente sono molto forti visivamente, oltre che concettualmente. In anteprima italiana l’installazione “Postpunkpaganpop” (2008): si tratta di un labirinto circondato dal filo spinato inventato dalle forze di polizia sudafricane con lo scopo di infliggere più danni di un comune filo spinato. I visitatori dovranno scegliere come interagire fisicamente con l'opera: il “labirinto”, infatti, ha due diverse uscite, una verso il percorso della mostra, l’altra verso la collezione permanente del Mart.

Nessuna pretesa di spiegazione, solo l'intento di coinvolgere lo spettatore in una precisa condizione esistenziale. La mostra arriva in Italia dopo tappe in Belgio, Inghilterra e Francia. Perché "Irrespektiv"? Perché il titolo è una parodia della parola "retrospettiva", e vuole esprimere la provocazione alla base delle opere in mostra. Fino al 17 gennaio.

Kendell Geers al Mart
Kendell Geers al Mart
Kendell Geers al Mart
Kendell Geers al Mart
Kendell Geers al Mart

  • shares
  • Mail