Ogni muro prima o poi cade


Il 13 agosto del 1961 un muro appare a Berlino separando la parte est dalla parte ovest della città. Migliaia di vite vengono spezzate, divise in due. Legami familiari ed affettivi costretti a dissolversi ed entrare in una situazione di insostenibile stand-by. I berlinesi vivono sulla loro pelle, fin dentro all'anima, la spaccatura bipolare che da quel momento governa il mondo. Quasi tren'anni dopo, nel 1989, il muro viene abbattuto e i sopravvissuti a questa separazione forzata possono tornare ad abbracciarsi. Negli anni del buio una frase aveva campeggiato sul muro, a testimonianza dell'importanza della speranza: “Ogni muro prima o poi Cade”.

Questo è il titolo dell'evento che si terrà il 7 Novembre dalle 19:30 alle 22:30 ai Mercati di Traiano a Roma, ideato da Daniele Cipriani. Uno spettacolo per celebrare il trionfo dell’amore in quattro atti da 28 minuti ciascuno, come 28 sono gli anni del muro (1961 – 1989). Ad ogni minuto corrisponde un anno della vita sotto il muro accompagnata dalla videoarte di Massimiliano Siccardi, i racconti e lettere di chi c'era.

Le missive della gente comune, che pur sapendo che le proprie lettere venivano intercettate dalla Polizia, continuava a scrivere. Verranno accompagnate dal pianista Vinicio Colella e lette da 28 personaggi famosi tra cui Giorgia Meloni, Federico Mollicone, Emilio Carelli, Domenico De Masi, Stefano Dominella, Alma Manera, Leonardo Petrillo, Paola Saluzzi e tanti altri.

  • shares
  • Mail