La lunga storia della guerra di Peter Rickards a Banksy

La storia è un po' vecchia ma non molto conosciuta in Italia e ve la voglio raccontare per mettere insieme vari pezzetti. Durante un viaggio in Giamaica nel 2004 Banksy girò per Kingston, visitò lo studio di Buju Banton e fu fotografato distrattamente da Peter Rickards, un fotografo giamaicano che non era ancora al corrente della fama dello stencil artist più quotato al mondo. Durante la sua visita Banksy pensò bene di lasciare un ricordino del suo passaggio nei pressi di un pub in Mona road a Kingston e disegnò la Balloon Girl, uno stencil che raffigura una bambina con delle borse che indica due aerei nel cielo che stanno per scontrarsi.

Nel 2008 lo stesso Peter Rickards gestore del sito The Afflicted Yard pensò di muovere guerra all'artista di Bristol. Cominciò a sapere che il muretto dove era stata dipinto lo stencil di Banksy sarebbe stato demolito e lo comprò, facendoselo portare a casa. Da qui poco tempo dopo annunciò che il suo cane vi aveva defecato sopra. Oltre a realizzare i filmato che potete vedere, Rickards produsse delle fotografie dell'operazione di demolizione e si mise a venderle su Ebay.

Dopo aver saputo la notizia di sicuro Banksy non sarebbe tornato a dipingere molto volentieri in Giamaica. Ma c'è di più: Rickards spedì le foto di Banksy ai redattori di alcuni giornali, la voce si sparse a Bristol e con un rapido raffronto sugli album fotografici scolastici si risalì all'identità dell'artista. Tutto l'odio che ha mosso Peter Rickards contro Banksy si giustifica sicuramente con il denaro che gliene è venuto indietro nei suoi loschi traffici ma c'è da dire anche che il fotografo prese subito in antipatia Banksy, perché “girava per la Giamaica come se fosse a casa sua”. Staremo a vedere quale sarà il prossimo capitolo di questa saga.

  • shares
  • Mail