Secondo gli archeologi il Partenone era un'enorme sala giochi


Secondo le ultime scoperte degli archeologi, il tempio dedicato a Nike, il Partenone che domina la capitale greca dall'Acropoli, sarebbe stato, a fianco di un tempio sacro, un'enorme sala giochi in cui gli ateniesi erano soliti trascorrere le giornate tra divertimenti e gozzovigli.

La scoperta è avvenuta durante i lavori di conservazione e restauro quando sono venuti alla luce circa una cinquantina di giochi di strategia ed abilità, simili agli odierni scacchi e dama. Uno di questi giochi incisi direttamente nel marmo del tempio infatti si chiama Diagrammismos e si giocava con sedici pedine disposte su due file.

Poi c'è la Triliza che si giocava con le biglie e che è stata ritrovata anche a San Paolo Fuori le Mura a Roma e molti altri giochi ancora in uso nei caffé ateniesi. Adesso i ricercatori stanno indagando per cercare di ricostruire a che epoca i giochi appartengono e come gli ateniesi dividevano il Partenone per le funzioni sacre e ludiche.

  • shares
  • Mail