Lo sketchbook di Blu

Qualche anno fa quando la fama di Blu era circoscritta all'area bolognese, comprai un bel volume di illustrazioni realizzato a quattro mani da Blu ed Ericailcane. Quel libricino non ce l'ho più, l'ho fatto a pezzi e ho appeso le singole pagine alle pareti del mio studio. Mi ricorda i bei tempi in cui a Bologna ci si svegliava e si trovavano nuovi lavori di Blu in giro. Era il suo personale modo di raccontare, di essere presente nella quotidianeità.

Il video che vedete qui sopra mostra uno sketchbook realizzato da Blu nel 2006. Quando i tipi del Wooster Collective arrivarono in Italia per le Olimpiadi Invernali di Torino si fermarono a Milano e pubblicarono online un annuncio per trovarsi in Piazza Duomo con un po' di artisti italiani. In mezzo a 25 persone, da Bologna era arrivato proprio Blu, che li omaggio di uno dei suoi sketchbook appena terminati. A quanto pare ne realizzava uno a settimana.

Ecco quindi la genesi dei disegni che vedete in questo video. Sono bozze, idee, appunti realizzati su un supporto intimo e personale come un'agenda, un bloc-notes.

  • shares
  • Mail