Michael Bevilacqua, punk lyrism


Michael Bevilacqua è un artista californiano classe 1966. Lavora a New York e la sua ricerca procede da una revisione della cultura pop mescolata con il gusto per la musica rock e punk, la passione per la grafica e la fascinazione per i brand di lusso. Al momento due sue esposizioni sono in corso alla Gering & López Gallery di New York (fino al 23 dicembre) e alla Galeria Senda di Barcellona (fino al 5 dicembre), ma questo artista gira molto ed è stato anche in gennaio a The Flat - Massimo Carasi arte contemporanea a Milano.

Una forte curiosità per i miti e i riti del consumismo della cultura di massa, si concretizza in quadri ricchi di rimandi e citazioni. Michael Bevilacqua preleva icone, loghi, frammenti simbolici estratti dal mondo della musica, del cinema, della tv e della moda. Poi i fumetti e le serie dei cartoni animati degli anni '70. Tutto ciò prende il rilievo estetico di una sorta di astrattismo figurativo, immanente alle cose, ai prodotti.

Attraverso una tecnica che tiene insieme pittura e collage Bevilacqua disegna il suo mondo, dandogli appunto la profondità visiva di un io. La permeabilità di questa dimensione artistica, di questa individualità, passa ad esempio per la condivisione dei suoi gruppi musicali preferiti (Dead Kennedys, Black Sabbath, Nick Cave, Joy Division, Corrosion of Conformity, Sisters of Mercy, Elliot Smith). “La mia pittura è come un diario visuale che registra quello che succede nella mia vita in un tempo e uno spazio concreti” .

Michael Bevilacqua
Michael Bevilacqua
Michael Bevilacqua
Michael Bevilacqua
Michael Bevilacqua

  • shares
  • Mail