Leonard Cohen si affida al disegno

Leonard Cohen - Paris again - 2007Leonard Cohen è l’invidiabile prototipo di artista a tutto tondo.

Dopo aver raggiunto la fama con le sue canzoni, dopo l’esternazione delle sue poesie, dal 2006, con la pubblicazione di “Book of Longing”, ha rivelato al mondo il suo talento nel disegno.

La solita trovata di una star annoiata, direte voi.

E invece Cohen è un disegnatore vero.
Ha iniziato a disegnare a trent’anni ed ha continuato a riempire taccuini, quasi clandestinamente, durante tutta la sua carriera musicale.

Disegna con immediatezza, freschezza, libertà e con una padronanza invidiabile. E’ anche abile nell’aggiungere alcuni versi che, annotati ai bordi, rendono i suoi fogli più intriganti e poetici.

Ora la Drabinsky gallery di Toronto ha organizzato una mostra con trenta suoi lavori, stampati e tirati in 100 esemplari l’uno.
E si insinua il sospetto che qualcuno ci stia speculando su.

  • shares
  • Mail