AHAcktitude '09. A Milano tre giorni all'insegna di Activism, Hacking e Artivism

ahactitude 09

Dal 27 al 29 novembre prossimo, gli iscritti della lista AHA convergono presso il CS "Il Cantiere" per il secondo incontro nazionale, seguendo il modello utilizzato da HackMeeting.

Qualcuno di voi ricorderà probabilmente il primo incontro, avvenuto ai primi di Novembre presso i Magazzini del SALE a Venezia. Ma quest'anno ci sono molte novità, a partire dal nome. AHActitude unisce, in un fresco gioco di parole, la sigla della lista al concetto di attitudine: a mio modo di vedere una scelta efficace per un evento che intende collocarsi in quella zona dove l'arte si incontra con l'attivismo sociale e tecnologico nel tentativo di aprire un dialogo e condividere pratiche, concetti e azioni con i movimenti di base. In quest'ottica AHActitude '09 ospiterà ad esempio un collegamento in diretta con le mobilitazioni universitarie tedesche, che in questi giorni hanno occupato circa 30 università in tutta la Germania.

Artisti, attivisti, hackers - in una parola gli "artivisti" - organizzano una tre giorni di attività, studio, condivisione e divertimento. Fra seminari, workshop, presentazioni e performance, un programma denso declinato all'insegna dell'opensource, dove si esploreranno tematiche legate ai social network, al cyberpunk, al fake e ai nomi collettivi, fino ad arrivare alla realtà aumentata.

La partecipazione e l'ingresso all'evento sono, naturalmente, aperti e gratuiti.

Come l'anno scorso, parteciperò all'evento, per cui aspettatevi un corposo reportage per le prossima settimana.

Intanto vi lascio con uno stralcio del comunicato, a mio parere significativa:

"occorre costruire esperienze, perché la comunicazione senza i corpi comunica solo i messaggi preconfezionati, e il corpo senza intelligenza produce solo manipolazione".

  • shares
  • Mail