Al Mart di Trento, le opere di Eugenio Prati

Eugenio Prati. Favretto al Liston

Dal 5 dicembre al 25 aprile 2010, la sede del Mart di Trento renderà omaggio a Eugenio Prati (1842-1907), un pittore di casa che però ha vissuto per molti anni a Parigi, Milano, Venezia, e che da questa città ha assorbito soprattutto le atmosfere artistiche, che col tempo hanno creato la sua arte. La mostra intende ripercorrere l'itinerario artistico di uno di quei pittori che, oggi quasi dimenticato, a fine Ottocento partecipava alle più grandi mostre europee.

A partire dai quadri più veristi, via via verso il simbolismo di cui il pittore fu probabilmente, in Italia, quello che maggiormente ne influenzò la diffusione, le opere esposte rivelano un unico denominatore, che in fondo lo apparenta a Millet: l'attenzione alla quotidianeità trasformata dal lirismo.

E' una mostra dalla quale emerge un pittore ben poco provinciale (come tendono a definirlo alcuni), pienamente immerso nel proprio tempo e con uno sguardo rivolto all'arte del periodo successivo. Sono quadri, i suoi, di piacevole lettura e di grande consapevolezza, sicuramente, per lo stile, più vicini a quelli francesi e allo stesso tempo così perfettamente italiani.

Eugenio Prati

Eugenio Prati. Favretto al Liston Eugenio Prati. Il suono dell'angelus Eugenio Prati. Ave Maria Eugenio Prati. Poesia della Montagna

  • shares
  • Mail