A Modena, RiskArt!


Inaugura il 19 dicembre alle 18,30, nei dintorni delle ex Fonderie Riunite di Modena, e proprio a fianco al cavalcavia di via Ciro Menotti, la mostra RiskArt! Un progetto giovane e che intende innanzitutto riflettere sullo scopo dell'arte. Una riflessione nobile, sicuramente, e che in questo progetto assume venature di protesta.

Non a caso la location scelta dagli organizzatori di RiskArt! sono le ex Fonderie Riunite, uno spazio a rischio crollo e uno dei simboli dello sviluppo industriale (e delle proteste legate al lavoro) della città; una location che ha poco a che fare con i musei pubblici, soprattutto se si pensa che l'allestimento riguarderà tutta una facciata delle acciaierie, con opere pensate appositamente da Fabio Bonetti, Gianluca Rossi e Cristina Panicali.

L'installazione di Bonetti e Rossi è ispirata a uno dei grandi film del Novecento, "Il Grande Dittatore" di Charlie Chaplin; Panicali, invece, immergerà lo spettatore in uno spiazzante mix di fotografie. L'identità e i conflitti con la storia sono al centro di questa installazione che vuole soprattutto far riflettere lo spettatore.

  • shares
  • Mail