Yayoi Kusama, la regina dell'arte contemporanea giapponese a Milano

Yayoi Kusama

"I want to live forever" è il titolo della grande personale di Yayoi Kusama che aprirà il 27 novembre al PAC - Padiglione di arte contemporanea.

L'artista giapponese, classe 1929, nella sua grandissima carriera ha realizzato quadri e sculture, film e riviste, ha partecipato a happening sperimentali e rappresentato il suo Paese ovunque nel mondo, ma ha soprattutto saputo creare una poetica e uno stile personale riconoscibili e di grande effetto. L'utilizzo di punti e pallini come tratto grafico essenziale è alla base della maggior parte della sua opera, incentrata sui temi della percezione e del disorientamento (nelle sue installazioni in ambienti chiusi è spesso presente l'uso dello specchio, al fine di confondere e spiazzare lo spettatore).

Yayoi Kusama ha ricoperto di puntini qualsiasi cosa: oggetti, superfici, alberi, corpi e sculture sono stati oggetto di creazione e trasformazione attraverso l'intervento dell'artista, sempre spettacolare. Nella mostra milanese troverete dipinti, sculture e installazioni degli ultimi 10 anni, oltre ad una serie di disegni degli anni '50 e '60. Da segnalare l'importante riproposizione di Narcissus Garden, famosa opera creata per la Biennale di Venezia del 1966: si tratta di un'ambiente formato da 1500 sfere metalliche (all'epoca realizzato con Lucio Fontana). Fino al 14 febbraio 2010.

Yayoi Kusama
Yayoi Kusama
Yayoi Kusama
Yayoi Kusama
Yayoi Kusama
Yayoi Kusama

  • shares
  • Mail