Rhombus Sectus: Raphaël Zarka a Milano

Raphaël Zarka, Centre culturel Français

Al Centre culturel français di Milano aprirà dal 21 gennaio al 30 marzo la prima mostra del ciclo "Una certa idea della Francia" (un programma di due anni che coinvolgerà artisti francesi e curatori italiani): si tratta della prima personale italiana di Raphaël Zarka (1977), giovane ed eclettico artista (e skater) francese che pare muoversi tra Land Art e Minimalismo.

I lavori di Zarka partono sempre dalla ricerca e dall'analisi di spazi e forme urbani, per poi declinarsi in varie realizzazioni artistiche, dalla fotografia all'installazione e al video, sempre utilizzati anche a scopo documentario e quasi scientifico. Qualche esempio: "Riding Modern Art, une collection photographique autour de Spatial Composition 3 (1928) de Katarzyna Kobro (2007)" è un'installazione di 11 fotografie di skater che si muovono in modo funzionale su spazi e opere pubbliche a cui viene accostata la riproduzione di una scultura della costruttivista polacca Katarzyna Kobro, intesa come struttura ideale su cui muoversi con lo skate.

L'opera che dà il titolo alla mostra, "Rhombus Sectus", è un film realizzato per il 500° anniversario della pubblicazione del Divina proporzione: le immagini si riferiscono alla Biblioteca Nazionale di Minsk, in Bielorussia, un incredibile ed enorme rombicubottaedro (sic) di 22 piani realizzato tra il 2001 e il 2006. Il film amplifica la differenza tra la "scultura" urbana e la vita quotidiana che le scorre intorno.

Segnaliamo che "Rhombus Sectus" apre in contemporanea alla mostra/evento Documents d’artistes (19 gennaio – 27 marzo 2010), presentata da Careof DOCVA: un progetto di scambio culturale tra Milano e Marsiglia.

Raphaël Zarka, Centre culturel Français
Raphaël Zarka, Centre culturel Français
Raphaël Zarka, Centre culturel Français
Raphaël Zarka, Centre culturel Français
Raphaël Zarka, Centre culturel Français
Raphaël Zarka, Centre culturel Français

  • shares
  • Mail