Epos Vostell alla Fondazione Mudima

Giovedì 3 dicembre alle ore 19.00 presso la Fondazione Mudima di Milano va in scena Epos Vostell, una bella raccolta di video di Wolf Vostell dal 1968 al 1987. In esclusiva dal Museo Vostell Malpartida di Càceres in Spagna verrà presentato materiale raro e poco conosciuto. Wolf Vostell (Leverkusen, 1932 - Berlino, 1998), di origini ispano-germaniche, fu un artista di grande importanza nel contesto dell'arte contemporanea nel dopoguerra e partecipò al movimento Fluxus.

Dopo aver sposato Mercedes Guardado Olivenza, si legò intimamente all'Extremadura tanto da volerci costruire il suo museo nel 1976. L'evento alla Fondazione Mudima ripercorre la sua produzione di film sperimentali e video, dal 1968 al 1987. Lavori come Berlin Fieber (1973), Fandango (1973), Endogene Depression (1980), Mythos, Berlin Bild (1987) rendono testimonianza dell'incredibile attività di Vostell, precursore della videoarte e inventore dell'happening.

Forse alcuni di voi si ricorderanno dell'happening TV dé-coll/age, dove l'artista ricrea delle scene in cui si serve di televisori, manomettendoli e alterandoli, indagando nei meandri della passività dello spettatore. ''La confusione della vita quotidiana è enorme ed io devo commentarla. Si vive in un'epoca di grandi malintesi, divergenze, contraddizioni del pensiero e del comportamento. Nello stesso tempo vivere all'interno di molteplici contraddizioni è una delle esperienze più sublimi della vita e in ciò devo essere come una montagna in mezzo al mare agitato'' (Wolf Vostell).

Wolf Vostell
Wolf Vostell
Wolf Vostell
Wolf Vostell

  • shares
  • Mail