Graphic Roots of Revolution. Mostra-evento dedicata alla grafica politica


Dall'11 2009 dicembre al 20 gennaio 2010 a Roma la Galleria Love & Dissent in collaborazione con Art Attack Advertising e Free Hardware Foundation presenta la mostra evento Graphic Roots of Revolution.

Il tema non è nuovo alla galleria, dove l'anno scorso abbiamo seguito la mostra "Reproduce & Revolt", intervistando l'artista Josh MacPhee. Filo conduttore dell'evento una frase che riporto per intero: “Tutta l’arte è politica, ma non tutta l’arte è un manifesto politico”.

Graphic Roots of Revolution si ispira infatti alla grafica politica: dai cartoni, ai graffiti, alla poster art una pratica diffusa in tutte le culture usata per comunicare in modo semplice e diretto l'adesione a un ideale, il conflitto, l'espessione identitaria e sociale. Una forma di arte e di espressione che vive e si manifesta in strada anche in reaqzione al progressivo ridursi dello spazio pubblico.

In omaggio a questa forma di comunicazione, The House of Love&Dissent esporrà alcune delle opere degli artisti che hanno fatto la storia recente della political graphics. Fra gli artisti: Shepard Fairey, John Carr, Favianna Rodriguez, Winston Smith, Emory Douglas e altri.

Ricordo infine per gli interessati il 12 dicembre alle ore 18, sempre nei locali della galleria, l'artist'talk con Carol Wells (direttrice del Centro per la Grafica Politica di Los Angeles), John Carr (curatore della mostra internazionale pacifista Yo What Happened to Peace), Favianna Rodriguez (artista e attivista californiana), Winston Smith (decano delle controculture artistiche americane).

Sicuramente se ci riesco, provo a fare un salto e a seguire il dibattito che si svilupperà.

  • shares
  • Mail