Carlo Bernardini. La luce che genera lo spazio

luce e spazio

Geometrie di luce rimbalzano fra i palazzi per poi rientrare nella galleria, le fibre ottiche penetrano dalle facciate negli spazi espositivi ricongiungendo ambiente interno ed esterno.

È questo il concept semplice ed efficace dell'intervento ambientale di Carlo Bernardini esposto nella galleria Delloro Arte Contemporanea (Roma). Al centro della sala una grande scultura in acciaio inox riceve la fibra ottica e ne moltiplica le geometrie luminose sulle pareti della galleria che inizia a vivere insieme all'opera diventandone parte.

La mostra rimarrà aperta fino al 15 febbraio; l'ingresso è gratuito.

"La luce che genera lo spazio" è un'istallazione site specific che Bernardini definisce con acutezza: "L'installazione si appropria dello spazio e lo fagocita nel suo interno. E' un rapporto di dominio quello che la forma spaziale instaura con il luogo, lo penetra, lo feconda, lo riduce in suo potere sino a trasformarlo in essa stessa".

  • shares
  • Mail