I 'vecchi maestri' in asta da Christie's


Da Christie's ogni giorno che passa sale la fiducia che la crisi stia finendo. Per la prossima settimana è prevista a Londra un'asta che comprende importanti opere di Rembrandt, Raffaello e Il Domenichino. La casa d'aste più importante del mondo punta molto sull'asta dell'8 dicembre dedicata ai 'vecchi maestri'.

Le stime di prevendita parlano di ricavi che si muoveranno entro un range di 45-63 milioni di sterline (75-105 milioni di euro) e se così sarà si tratterà della più alta cifra di sempre. Il mercato, anche se fermo, ha dimostrato una grande stabilità nel corso dell'ultimo anno e i collezionisti puntano sui 'vecchi maestri', cercando di continuare a cogliere le opportunità di acquisire opere che raramente appaiono sul mercato ed hanno tenuto relativamente bene durante la recessione finanziaria.

Il pezzo forte dell'asta sarà di Rembrandt Portrait of a man, half-length, with his arms akimbo ("Ritratto di un uomo, mezza lunghezza, con le braccia conserte"). Il prezzo massimo raggiunto in un'asta per i vecchi maestri è 49,5 milioni di sterline per la Strage degli Innocenti di Rubens raggiunto da Sotheby's a Londra nel 2002.

L'8 dicembre sarà offerto anche un disegno dal maestro rinascimentale Raffaello utilizzato come studio per una figura in un affresco del Vaticano. Testa di una Musa prevede di raggiungere 12-16 milioni di sterline ($ 20-26 milioni di euro), ben al di sopra del record esistente per un disegno di un vecchio maestro in asta, che ammonta a 8,1 milioni di sterline.

  • shares
  • Mail