L'Egitto chiede alla Germania la restituzione del busto di Nefertiti


Dopo l'affaire col Louvre, l'Egitto continua la sua baldanzosa corsa alla richiesta di restituzione di manufatto artistico nei confronti dell'Europa. Sa come farsi rispettare, non c'è che dire.

Questa volta il governo egiziano ha richiesto alla Germania nientemeno che il busto-ritratto della regina Nefertiti. Il Comitato Nazionale Egiziano per le Opere d'arte trafugate ha individuato in uno scritto di Gustave Lefevre (incaricato di dividere fra la Germania e l'Egitto le tante scoperte di Ludwig Borchardt, l'archeologo che scoprì il busto nel 1912) il vizio che potrebbe dimostrare che l'Egitto ha ragione.

Il diario tratta - in cattiva fede - il busto come un semplice ritratto di principesse, non di regina e non di Nefertiti e non lo inventaria neanche come stucco dipinto, ma semplicemente come stucco. Staremo a vedere come andrà a finire la querelle, che dura dal 2007 (quando la Germania rifiutò il prestito del busto all'Egitto per la sua fragilità) ma oggi conosce le sue fasi più concitate.

  • shares
  • Mail