Rubano nelle Chiese, arrestati


Non si ferma il traffico di opere d'arte sacra prelevate nelle numerose chiese aperte e senza controllo che pullulano nel Belpaese. Portali in marmo policromo, bassorilievi, sculture rubate magari su commissione oppure prelevate furtivamente e poi rivendute nei negozi d'antiquariato.

I comuni interessati all'indagine, condotta dalla sezione dei carabinieri di Roma Porta Cavalleggeri a fianco del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli, sono quelli di Roma, Palermo, Viterbo e Napoli. Sette gli uomini denunciati, di età compresa tra i 43 ed i 77 anni, e circa 100.000 euro il valore degli oggetti ritrovati. Ma molti sono già finiti sul mercato nero dell'antiquariato in Germania e in America.

Tra le opere recuperate c'è anche un marmo proveniente dalla chiesa di Sant'Aniello a Caponapoli e 10 lastre dalla Chiesa di Gesù e Maria di Napoli, dalla chiesa di San Giovanni Battista delle Monache e dalla chiesa di Santa Maria del Carmine ad Aversa.

  • shares
  • Mail