Jeff Koons e Damien Hirst si stanno svalutando


Stanno crollando a picco le quotazioni di due artisti contemporanei che fino a poco tempo fa erano sulla cresta dell'onda: Jeff Koons e Damien Hirst. Nel corso del 2009 le loro opere si sono svalutate fino a un 50%.

Il mercato dei collezionisti multimilionari ha mostrato di essersi spostato, nel corso del lungo 2009 dell'arte, più verso certezze moderne che sperimentazioni contemporanee. Dunque via libera agli investimenti nel Decò, nella pittura antica e anche nell'arte orientale (cinese in particolare).

Evidentemente, almeno nel caso di Hirst, non deve aver aiutato a risollevare la sua sorte il completo fallimento di critica della sua ultima mostra di Londra.

  • shares
  • Mail