Rubens e i fiamminghi a Villa Olmo di Como


Con il nuovo anno ripartono anche le attività espositive dei maggiori centri della penisola. Proprio ieri siamo venuti a sapere della mostra in programma per la prossima primavera a Villa Olmo a Como. Sulle rive del Lario verranno ospitate 25 opere del pittore fiammingo Peter Paul Rubens.

La trattativa per il prestito delle opere si è conclusa proprio ieri, alcuni importanti musei viennesi come la Pinacoteca dell’Accademia di Belle Arti, il Liechtenstein Museum e il Kunsthistorisches Museum, presteranno le loro opere, ma l’Assessore Comunale alla Cultura Sergio Gaddi ha intenzione di arricchire la mostra con altri prestiti dalla Galleria Borghese di Roma e Palazzo Pitti di Firenze.

Il satiro sognante” (1610-12), “Borea rapisce Orizia” (1615), “La circoncisione di Cristo”, “Le tre grazie” (1920-24) e la famosa “Testa di Medusa” (1617-18) arriveranno a Como assieme ad alcuni piccoli oli su tavola di soggetto sacro, studi preparatori per i 39 quadri che gli furono commissionati nel 1620 per il soffitto della Chiesa dei Gesuiti di Anversa.

Insieme a Rubens arriveranno una quarantina di opere di artisti vicini al maestro fiammingo come l’allievo e amico Anthonis Van Dyck, Gaspard de Crayer, Jacob Jordaens, Pieter Boel e Theodor Thulden.

Peter Paul Rubens
Peter Paul Rubens
Peter Paul Rubens
Peter Paul Rubens
Peter Paul Rubens

  • shares
  • Mail