Le donne nella Pop Art


"Seductive Subversion: Women Pop Artists 1958 - 1968," è la prima mostra di pop-art al femminile. La rivoluzione seduttiva delle donne è in scena fino al 15 marzo alla University of the Arts di Philadelphia.

La mostra riflette approfonditamente sul contributo delle donne al movimento Pop Art degli anni '50 e '60. Se di Warhol, Lichtenstein, Rauschenberg e Johns si sa praticamente tutto, delle loro colleghe di sesso femminile non si sa quasi nulla.

Il curatore Sid Sachs, è da cinque anni che lavora sulla mostra, per presentare opere in gran parte mai esposte al pubblico. Dipinti e sculture di Evelyne Axell, Boty Pauline, Vija Celmins, Chryssa, Niki de Saint Phalle, Rosalyn Drexler, Grebenak Dorothy, Kay Kurt, Yayoi Kusama, Lee Lozano, Marisol, Mara McAfee, Östlihn Barbro, Faith Ringgold , Martha Rosler, Marjorie Strider, Alina Szapocznikow, Idelle Weber, Joyce Wieland e May Wilson.

Pop art al femminile
Pop art al femminile
Pop art al femminile
Pop art al femminile
Pop art al femminile



La sede principale dell'esposizione è la Rosenwald-Wolf Gallery con le gallerie Hamilton Hall e Borowsky Gallery. Il progetto, insieme con un film documentario di Glenn Holsten, è stato sostenuto da The Pew Center for Arts & Heritage e dalla Fondazione Andy Warhol per le arti visive.

  • shares
  • Mail