Corot, Monet, Sisley e Pissarro. A Roma è la Natura protagonista


Con la primavera tornano le grandi mostre e Roma si prepara ad ospitare Corot, Monet, Sisley e Pissarro. La Natura protagonista, dal 6 marzo al 29 giugno al Museo del Vittoriano. Una mostra che per certi punti di vista ribalta la prospettiva. Non sono più soltanto gli autori, le correnti, i periodi della storia dell'arte, a dettare il filo conduttore del percorso espositivo. La grande protagonista è la natura, che prende vita attraverso 150 opere, prima, durante e dopo l'impressionismo.

Un allestimento reso possibile dalla collaborazioni con prestigiose isituzioni museali in tutto il mondo, dall'Art Institute di Chicago, al Metropolitan di New York, la National Gallery di Washington, la Bibliotheque Nationale de France di Parigi e il Museo Ermitage di San Pietroburgo.

La mostra rappresenta proprio quel cambiamento nella rappresentazione della natura che prese il via con i Barbisonniers, quei pittori che si ritrovarono vicino alla foresta di Fontainebleau tra il 1830 e il 1870, abbandonando la visione classica della natura, per definire un paesaggio più selvaggio. Da qui procede la sfida degli impressionisti che integrano natura e cultura, città e campagna, nei loro paesaggi e molte fotografie d’epoca documenteranno l'evoluzione del rapporto tra arte e natura.

  • shares
  • Mail