Illustre Scultura Polimaterica al Link


Il Link, lo spazio bolognese che tanto ha infiammato la vita culturale del capoluogo emiliano a partire dalla fine degli anni '90, chiuse i battenti della storica nel 2005 per trasferirsi in una zona più decentrata (via Fantoni, 21 – Bologna). In questo spazio naquero progetti davvero interessanti, come il Festival Netmage e il collettivo Xing.

Sabato 30 gennaio 2010 alle ore 21.30 in occasione di Arte Fiera Off Link Associated inaugura la programmazione 2010 con Illustre Scultura Polimaterica, un lavoro di Emilio Fantin, Luigi Negro, Giancarlo Norese e Cesare Pietroiusti (progetto Lu Cafausu), a cura di Rita Correddu e Alice Militello.

Si tratta di un'unica grande scultura composta da scarti di produzione raccolti presso gli studi di 30 artisti in giro per l'Italia, in un tour di 1500 km. “Lu Cafausu è territorio d'accumulazione di senso, di svolgimento di senso. Di mancanza di senso. È quello che siamo e non siamo simultaneamente, (scandalosamente) senza scandalo. È ciò che stiamo diventando e quello che siamo non stati. Al centro esatto di un lungo corridoio d'insalienze e fallimenti (una volta erano cipressi), passaggio per il limbo. È il nulla, segno oscuro, campo della disfatta.È un presagio inaccessibile, luogo alieno.
È il varco per l'ade
”.

Gli scarti provengono da Giorgio Andreotta Calò / Alessandra Andrini / Stefano Arienti / Emanuela Ascari / Emilia Badalà / Sergio Breviario / Annalisa Cattani / Umberto Cavenago / Cuoghi Corsello / Francesca Grilli / Nazzareno Guglielmi / Arianna Fantin / Luca Francesconi / Andrés Galeano / Matteo Guidi / Lucia Leuci / Michele Lombardelli / Eva Marisaldi / Maurizio Mercuri / Margherita Morgantin / Stefano Pasquini / Alberta Pellacani / Nicola Pellegrini / Luigi Presicce / Fabrizio Rivola / Mili Romano / Marco Samorè / Luca Scarabelli / Daniela Spagna Musso / UnDo.Net / Luca Vitone / ZimmerFrei

  • shares
  • Mail