Roommates: Valentino Diego e Pietro Ruffo al Macro

Valentino Diego, DYnamic MAXimum tensION, 2009, telai di biciclette, acciaio, Courtesy l’artista. Fotografia di Davide Franceschini

Fino al 5 aprile, al Macro di Roma, i giovani artisti (entrambi classe 1978) Valentino Diego e Pietro Ruffo presenteranno delle opere-allestimento appositamente pensate per Roommates/Coinquilini, uno spazio che il museo romano dedica ai giovani talenti.

Le opere dei due, come sempre accade in questa rassegna, vengono affiancate: Valentino Diego, grande estimatore di Fuller, artista che lavora spesso e volentieri con materiali di riuso, presenta DYnamic MAXimum tensION, una sorta di ripavimentazione a griglia formata da telai di biciclette riadattati allo scopo.

"Nuovo paesaggio italiano (Ravenna-Roma)" di Pietro Rufo è innanzitutto una citazione: riprende la forma degli outpost ebraici, costruzioni architettoniche che i giovani israeliani costruiscono per rivendicare l'appartenenza alle proprie terre. Un tema delicato, dunque, e che pone allo spettatore una seconda riflessione, oltre a quella artistica.

Valentino Diego e Pietro Ruffo

Valentino Diego, DYnamic MAXimum tensION, 2009, telai di biciclette, acciaio, Courtesy l’artista. Fotografia di Davide Franceschini Veduta generale della mostra roommates / coinquilini. In primo piano Valentino Diego, DYnamic MAXimum tensION, 2009, telai di biciclette, acciaio, Courtesy l’artista. Sul fondo Pietro Ruffo, Nuovo Paesaggio Italiano, 2009, acquerello e intagli, legno, lamiera e specchio, Courtesy Galleria Lorcan O’Neill, Roma. Fotografia di Davide Franceschini Pietro Ruffo, Nuovo Paesaggio Italiano, 2009, acquerello e intagli, legno, lamiera e specchio, Courtesy Galleria Lorcan O’Neill, Roma. Fotografia di Davide Franceschini.

  • shares
  • Mail