Statua egizia si muove sola, è giallo al museo

Una antichissima statua egizia ha spaventato molti addetti al settore, la scultura si muove sola. Si tratta di un fenomeno misterioso e alquanto inquietante (o una geniale idea di marketing) al Museo di Manchester, ed è subito giallo.

In tanti l'hanno forse immaginato, o magari sognato. In pochissimi hanno in realtà visto o provato sulla propria pelle fenomeni paranormali. In questi giorni un video sta facendo il giro del mondo via web ed è ormai diventato virale. La protagonista del filmato è una statua egizia, molto antica, che riposa da decenni dietro una teca di vetro in una sala del Museo di Manchester. La piccola scultura è stata beccata sul fatto e ripresa live da una telecamera mentre inspiegabilmente girava su stessa esattamente di 180 gradi.

Molti parlano di fake, chiaramente. Alcuni parlano di plagio al famoso lungometraggio Una notte al Museo e di una geniale manovra di marketing, una scelta drastica della direzione di un museo in fallimento economico. Altri credono al giallo e al mistero da X-Files. Fatto sta che il Direttore del Museo di Manchester sostiene che non ci siano trucchi e nessuna spiegazione razionale al movimento della statuetta egizia.

Certo il fenomeno, in caso fosse vero e non un po' di pubblicità studiata ad hoc, sarebbe realmente suggestivo ed interessante. Anzi, magari fosse tutto vero. Questa statua è infatti un regalo offerto a Osiride, la divinità custode della morte e dell'oltretomba, 4000 anni or sono. La statua raffigura il defunto, come da usanza funeraria dell'antico Egitto, è alta 25 centimetri e ha ruotato molto lentamente su se stessa di 180 gradi e in diversi mesi. Da febbraio di quest'anno gli esperti hanno posizionato una telecamera sempre puntata sulla statua, proprio per scoprire l'arcano.

Qualcuno in rete ha ipotizzato che la rotazione fosse dovuta alle vibrazioni impercettibili causate dai visitatori del museo. Ma in effetti non c'è spiegazione logica ufficiale, almeno per ora. Burla terrena per risollevare dalla bancarotta un museo in fallimento o una maledizione dei Faraoni degna di Indiana Jones? A voi il verdetto.

Via | Corriere

  • shares
  • Mail