A Genova, Caravaggio e l'arte della fuga

Caravaggio e l'arte della fuga

Fino al 26 settembre, alla Villa del Principe di Genova, si potrà visitare la mostra "Caravaggio e l'arte della fuga": in occasione della riapertura degli interni restaurati e dei giardini della villa, viene proposta al pubblico una mostra che, a partire dalla celebra "Fuga in Egitto" di Caravaggio, presenta oltre ottanta dipinti di pittura di paesaggio, tutti tratti dalle collezioni delle diverse dimore della dinastia Doria Pamphilj.

La scelta della "Fuga in Egitto" non è casuale: è l'unica opera di Caravaggio in cui sia stato concesso uno spazio importante al paesaggio. Questo è lo spunto (o il pretesto) per mostrare una serie di opere di grande valore, come quelle di Francesco da Ponte detto il Bassano o del paesaggista olandese Herman van Swanevelt.

Una mostra che è anche una rivincita della famiglia Doria (sì, quelli di Andrea Doria), proprietaria della villa: pare che a Caravaggio venne offerto molto denaro per affroscare una loggia, ma questi decise di rifiutare il lavoro. Ma è anche un modo per visitare una villa elegantissima, e passeggiare nei suoi giardini cinquecenteschi.

Caravaggio e l\'arte della fuga

Caravaggio e l'arte della fuga Caravaggio e l'arte della fuga Caravaggio e l'arte della fuga

Caravaggio e l'arte della fuga Caravaggio e l'arte della fuga

  • shares
  • Mail