Da De Chirico a Schifano, la collezione di opere grafiche al MACA

Il Museo Arte Contemporanea Acri (MACA) ha inaugurato sabato la vasta esposizione che resterà a battenti aperti tutto il periodo estivo. In scena 67 opere grafiche, di proprietà del museo e frutto della donazione Patrito, firmate da alcuni tra i più importanti artisti del Novecento.

Ha inaugurato sabato 6 luglio e resterà a battenti aperti tutta l'estate, si tratta della mostra Da De Chirico a Schifano in scena al MACA di Acri, in provincia di Cosenza. Un'esposizione importante che vanta una collezione di 67 opere grafiche firmate da alcuni degli artisti più emblematici del Novecento italiano.

Potrete ammirare in questo contesto dalle serigrafie di Michele Cascella, Giovanni Cappelli e Vincenzo Balsamo ad una litografia a bassa tiratura (trenta copie) di un Bagno misterioso di Giorgio De Chirico fino ad incontrare le opere dei neocubisti e neofauves Aligi Sassu, Remo Brindisi e Alberto Sughi e di alcuni dei più importanti rappresentati del Fronte Nuovo delle Arti: Renato Guttuso, presente con due potenti nature morte, Bruno Cassinari, Ennio Morlotti e Giuseppe Santomaso.

Punto forte della mostra di opere grafiche al MACA sono i lavori viscerali di Emilio Scanavino, o ancora alcune opere della pop art italiana, con Ugo Nespolo e Mario Schifano. Un panorama denso di retroscena per quest'ampia collezione grafica, tutta da esplorare con curiosità per lasciarsi affascinare e ispirare da alcuni capolavori grafici dell'arte italiana.

Tutti gli artisti in mostra: Luca Alinari, Remo Brindisi, Xavier Bueno, Giovanni Cappelli, Michele Cascella, Bruno Cassinari, Giuseppe Cesetti, Giorgio De Chirico, Raffaele De Rosa, Athos Faccincani, Salvatore Fiume, Franco Gentilini, Renato Guttuso, Carlo Mattioli, Francesco Messina, Giuseppe Migneco, Ennio Morlotti, Anton Zoran Music, Ugo Nespolo, Giuseppe Santomaso, Aligi Sassu, Emilio Scanavino, Mario Schifano, Remo Squillantini, Alberto Sughi, Orfeo Tamburi, Mario Tozzi.

  • shares
  • Mail