Lucian Freud confessa all'Evening Standard i suoi debiti di gioco

Sembra un film di Guy Ritchie lo squarcio nella vita privata di Lucian Freud che si è aperto non appena l'artista britannico ha fatto menzione dei suoi debiti di gioco. Freud, ora l'artista più quotato nel Regno Unito, un tempo è arrivato a dovere cifre come 500.000 sterline.

E non a dei giocatori qualunque: ai fratelli Reggie e Ronnie Kray, fra i signori della mala di Londra. Solo recentemente, Freud ha confessato di aver addirittura rinunciato a delle mostre, pur di non mostrare ai suoi creditori di star guadagnando, e quindi di essere solvente.

L'intervista che ha rilasciato all'Evening Standard è una miniera di aneddoti da parte di questo ottuagenario ancora vivacissimo, che può vantare di aver scattato una foto a Hitler (aveva solo 9 anni) e di essere uscito con Greta Garbo.

  • shares
  • Mail