Un collettivo cinese di artisti manifesta in piazza Tiananmen


Questo lunedì più di 100 uomini dal volto nascosto da maschere di colore bianco hanno attaccato e ferito una comunità di artisti di Beijing. Un fotografo di 39 anni che fa parte della comunità, Wu Yuren, ha dichiarato che 6 di loro sono stati ricoverati in ospedale per la gravità delle ferite ricevute.

Il motivo dell'aggressione - avvenuta tramite perlopiù mazze di ferro - sarebbe la resistenza degli artisti nei confronti dell'idea che lo spazio da loro gestito possa essere riassegnato a un complesso residenziale. Le maschere bianche sarebbero state inviate da chi vuole radere al suolo lo spazio, per poi costruirci sopra. Il giorno dopo, gli artisti che potevano permettersi di camminare sulle proprie gambe hanno manifestato in piazza Tiananmen, anche se rapidamente dispersi dalle forze dell'ordine.

Nonostante questo, l'artista cinese Ai Weiwei, che era presente alla dimostrazione, pur non facendo parte del collettivo, ha dichiarato:


"E' stato istintivo, partecipare. Abbiamo fatto molto rumore e credo che la cosa avrà un grosso impatto".

  • shares
  • Mail