Più di un anno di carcere a testa per due writer inglesi da record


Per uno street artist che diventa un motivo di orgoglio, anche per un paese come il Regno Unito, tanti altri vanno in galera. E' una legge ormai stabilita del writing, del resto.

Certo, non si può proprio dire, giudicando dalle foto dei suoi "lavori", che questo writer (che lavora in coppia con un "fidato" collega) sia un artista né fine né interessante. In più, invece di far acquisire valore agli oggetti e alle case che ha "taggato", ha causato danni, e anche ingenti: più di 34.000 sterline in totale, pare.

I loro nomi sono Richard Markwick (19 anni) e Matthew Fowler (di 32), entrambi originari del Sussex, e hanno lasciato dietro di sé ben 250 "lavori" con la loro firma. Fra le vittime del loro estro non mancano colonnine del parchimetro, ospedali, sedi di associazioni caritatevoli. Dei demoni, in sostanza. Sono stati condannati, rispettivamente, a 15 e 18 mesi di reclusione. Sarà una fonte di ispirazione anche la prigione?

  • shares
  • Mail