Il misterioso mecenate dell'arte di Görlitz

Görlitz

E anche quest'anno il bonifico è arrivato. 511.500 euro, per la precisione, l'equivalente di 1 milione di vecchi marchi, e in particolare quelli che ogni anno, e da sedici anni, un anonimo benefattore dona alla Fondazione per il centro antico di Görlitz, bellissima cittadina tedesca al confine con la polonia.

Di lui si sa soltanto che è un avvocato di Monaco: le condizioni che ha imposto per le sue donazioni, infatti, sono molto semplici. L'anonimato, innanzitutto (che in un periodo di grande sfoggio di sé in giornali e televisioni, non è cosa da poco) e l'obbligo di investire il denaro nella conservazione e nel restauro della cittadina, vera perla dell'arte tedesca.

E così è stato, da sedici anni. E certo Görlitz ringrazia: i suoi portici, le chiese, i palazzi che vanno dal Trecento al gotico rivivono ogni anno grazie a questo anonimo e quanto mai benvoluto mecenate dell'arte.

  • shares
  • Mail