Steet Art visibile solo in rete


Disegnare servendosi della luce di una lampadina, di un cellulare o di un accendino e con la complicità di un otturatore dalle lunghe aperture. Confesso di averci provato anch’io senza neanche avvicinarmi a questi risultati.

Ma oltre all’abilità nell’eseguire in tre dimensioni un disegno senza poterlo vedere, in queste fotografie noto un piacevole senso dell’effimero, felicemente inserito in contesto underground. Un mondo parallelo popolato da curiose creature fatte di luce, invisibile nelle città, ma che poi diventa visibilissimo nella rete.

In altri tempi, e in altri ambientazioni, anche un certo Picasso si era cimentato nel genere.

  • shares
  • Mail