Le fotografie di Stanley Kubrick

Le fotografie di Stanley Kubrick. 1950

Dal 16 aprile al 4 luglio, palazzo della Ragione di Milano apre le porte a una prima mondiale: verranno esposte 300 fotografie di Stanley Kubrick, un repertorio di immagini che può aiutare a completare le figura del geniale regista dell' "Arancia meccanica" o di "Eyes wide shut". La mostra si intitola "Stanley Kubrick fotografo. 1945-1950" e testimonia di un periodo poco conosciuto del regista: quando a 17 anni venne assunto dalla rivista "Look" come fotoreporter.

E i negativi a disposizione sono più di 20.000. Alcune delle immagini presentate alla mostra sono state stampate per la prima volta. Dunque dei bianchi e neri che mostrano un lato poco conosciuto della carriera del genio americano, e che, probabilmente, ha costituito un preambolo alla trasformazione delle immagini fisse della fotografia in movimento.

Degli oltre 300 scatti si distinguono due cicli: quello dedicato al circo e quello dedicato ai pulitori di scarpe delle strade. Bianchi e neri incisivi, che a volte, per il gusto dell'istante, ricordano Cartier-Bressons, al cui filone sicuramente si ricollegano. L'impressione è che, se non avesse deciso di prendere in mano una macchina da presa, Kubrick sarebbe potuto diventare un grande fotografo.

Le fotografie di Stanley Kubrick

Le fotografie di Stanley Kubrick. 1947 Le fotografie di Stanley Kubrick. 1948 Le fotografie di Stanley Kubrick. 1948

Le fotografie di Stanley Kubrick. Rocky Graziano, 1949 Le fotografie di Stanley Kubrick. 1947 Le fotografie di Stanley Kubrick. 1948

  • shares
  • Mail