Niente Moai per il Louvre

Moai. Isola di Pasqua

L'idea era tanto affascinante quanto bizzarra. L'associazione "Mare Nostrum", con la sponsorizzazione di Louis Vuitton, aveva proposto al governo cileno di portare i celebri Moai, le statue dell'Isola di Pasqua, in giro per l'Europea, partendo proprio da Parigi: l'idea era quella di parcheggiare nei giardini del Louvre una di queste Moai.

Il governo cileno aveva accettato, lasciando però l'ultima parola ai pochi abitanti (circa 4000) della piccola isola situata a 350 chilometri dalle coste cilene. La comunità Rapa Nui ha votato in un referendum, e l'89% ha votato no. L'ultima parla spetta al Consiglio nazionale dei Monumenti del Cile, ma sembra molto improbabile che decida contro la volontà degli abitanti dell'isola.

Credo che la decisione della comunità Rapa Nui sia giusta. I Moai sono affascinanti, ma meritano di essere visti nel luogo in cui vennero misteriosamente realizzati. La difficoltà di vederli, rende il tutto molto più interessanti. Alcuni Rapa Nui pensavano che se le statue fossero state portate in Europa sarebbe aumentato il turismo nell'Isola di Pasqua, ma i più intransigenti hanno ricordato la loro origine religiosa. Cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail