Immagini del settimo giorno. Michael Kenna a Reggio Emilia


Palazzo Magnani di Reggio Emilia si prepara ad ospitare un altro grande allestimento dedicato alla fotografia. Dopo nomi del calibro di André Kertész, Eugene Smith, Luigi Ghirri e James Nachtwey, l'8 maggio arriva Michael Kenna con un grande allestimento di oltre 290 opere dal significativo titolo Immagini del settimo giorno.

Nell'ambito della quinta edizione di Fotografia Europea, curata da Sandro Parmiggiani, il maestro inglese che vive in America, ripercorrerà la sua carriera attraverso 200 bianchi e neri disposti in forma antologica. Si comincia coi primi paesaggi urbani e rurali nell'Inghilterra degli anni '70/'80, dove il fotografo scopre il fascino che gli spazi aperti esercitano sulla sua visione.

Si passa poi ad alcune sezioni speciali: 35 scatti dedicati al territorio di Reggio Emilia, 35 realizzati a Venezia. Il progetto dell'allestimento è nato infatti nel 2006 e da allora per tre volte Kenna è venuto a Reggio Emilia. Il percorso si conclude infine con 20 foto tratte dai cicli storici di Kenna, sui campi di concentramento nazisti. La mostra sarà visitabile fino al 18 luglio 2010.

Immagini del settimo giorno. Michael Kenna
Immagini del settimo giorno. Michael Kenna
Immagini del settimo giorno. Michael Kenna
Immagini del settimo giorno. Michael Kenna
Immagini del settimo giorno. Michael Kenna

Nelle parole di Sandro Parmiggiani: “Non ci sono persone, nelle fotografie di Kenna, né tantomeno volti e corpi che sviino la nostra attenzione dalle pure linee, dalle nitide geometrie, dai contrasti, alternativamente duri o soffusi, tra luce e ombra, tra il biancore assoluto di una neve che tutto ammanta e la drammatica cupezza di rocce, di isole, di spiagge, di livide distese d’acqua”.

  • shares
  • Mail