A rischio crollo la Domus Aurea. Riprendono i lavori

Domus Aurea

Risale a pochi giorni fa la notizia che una parte della Domus Aurea, la grande residenza fatta costruire da Nerone, stesse per crollare. In verità si è trattato "soltanto" di cedimenti, ma i 250 ettari della Domus Aurea sono veramente a rischio crollo. E speriamo di non doverne dare notizia, vista la preziosità storica e artistica che incantò romani e turisti di tutte le epoche, compreso, tra gli altri, il marchese De Sade.

E c'è chi, come il presidente del Consiglio superiore dei Beni culturali, Andrea Carandini, fa notare lo strano iter che ha accompagnato la riapertura della casa d'oro, nel 1999. Carandini ha denunciato come l'apertura del 1999 sia stata un po' affrettata; i tempi di restauro furono abbassati in occasione dell'imminente giubileo.

E' difficile sapere come è andata e come andrà: per ora il governo ha stanziato 32 milioni di euro per i lavori di restauro. Speriamo che, questa volta, i lavori si facciano con la dovuta calma e le dovute tempistiche.

  • shares
  • Mail