Alla fortezza di Bard, fotografia e architettura

Le visioni alla fortezza di Bard

La valle d'Aosta, con la sua splendida fortezza di Bard, presenta fino al 2 maggio una mostra fotografica dedicata all'architettura. “La visione dello spazio. Fotografia come architettura”, a cura di Roberto Mutti, è una mostra dal duplice intento: mostrare come gli spazi sono stati organizzati nella realtà, e sovrapporre a essi la lente del fotografico.

E queste lenti sono molto diverse l'un dall'altra: ci sono i bianco e neri di Gabriele Basilico, ma anche le composizioni poetiche di Andrea Garuti; ci sono le composizioni di Maurizio Galimberti, ma anche le atmosfere surreali del tessuto urbano di Franco Donaggio. Una mostra a tutto tondo sulla concezione dello spazio, e di cui il forte di Bard, restaurato in maniera splendida ma secondo le tradizioni locali, rappresenta in qualche modo un esempio perfetto di integrazione.

Una mostra molto piacevole, che getta un occhio sulle tendenze classiche e più avanguirdiste della fotografia contemporanea e che è stata allestita in un luogo veramente speciale. Guardate nella foto notturna di cosa stiamo parlando.

Stefania Beretta, John Davies, Franco Donaggio, Maurizio Galimberti, Andrea Garuti, Margherita Spiluttini e Vladimir Sutiaghin.

Le visioni alla fortezza di Bard

Le visioni alla fortezza di Bard Le visioni alla fortezza di Bard Le visioni alla fortezza di Bard

  • shares
  • Mail