Il Metropolitan Museum di New York potrebbe possedere un Michelangelo senza saperlo: la "Testimonianza di San Giovanni Battista"


Il Metropolitan Museum of Art di New York potrebbe aver acquisito - senza saperlo - un Michelangelo. Si tratterebbe di una tela del 1510 circa, di grandi dimensioni (quasi 3 metri per 75 cm di altezza) e fin'ora attribuita a Francesco Granacci.

Il dipinto rappresenta il tema della "Testimonianza di San Giovanni Battista". L'attribuzione è un'idea di Everett Fahy, direttore della sezione sulla pittura europea del Met. Michelangelo, secondo la sua teoria, avrebbe realizzato l'opera a partire dal 1506, due anni prima che cominciasse i lavori per la decorazione ad affresco della Cappella Sistina.

Il Met comprò l'opera nel 1970 per "soli" 150.000 dollari, che sarebbero un'inezia se l'attribuzione di Fahy risultasse plausibile alla comunità di storici dell'arte che vaglierà la sua proposta, a partire dalla pubblicazione di un articolo di ben 65 pagine a riguardo, comparso sulla rivista italiana "Nuovi studi".

  • shares
  • Mail